Verso Est ONLUS Associazione di volontariato

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

sabay


IL PROGETTO

Svolto nel villaggio di Kompheim, in Cambogia, il progetto vuole contribuire al processo di transizione verso l’autonomia economica delle comunità rurali per renderle protagoniste del proprio futuro.

Il programma di sviluppo locale partecipato coinvolge direttamente la popolazione in un percorso educativo basato su integrazione della scolarità, formazione professionale, creazione e preparazione delle opportunità occupazionali stabili, sensibilizzazione sui temi della salute e dall’ambiente, interventi di micro-agricoltura.

Le attività formative sono realizzate grazie alla partecipazione dei volontari italiani che mettono al servizio della giovane popolazione locale le proprie competenze curricolari, nell’ambito dei percorsi educativi ed esperienziali svolti dalla Fondazione Husk.

Il progetto umanitario SABAY è sostenuto con i fondi 8x1000 della Chiesa Valdese.

sabay


L'ESPERIENZA

Dal 17 agosto al 02 settembre 2019, 15 studenti italiani, accompagnati dai volontari di Verso Est, si sono recati in Cambogia.
Nel villaggio di Kompheim, i ragazzi sono intervenuti nelle attività formative rivolte ai giovani cambogiani.

Per prima cosa gli studenti hanno preso parte alla riparazione di un’abitazione del villaggio. Il coinvolgimento emotivo, generato dall’interazione con la famiglia cambogiana residente, ha creato le basi solide per entrare nel vivo del percorso formativo.

Successivamente i giovani italiani sono entrati in contatto con i più piccoli abitanti del villaggio.
L’apprendimento cooperativo, realizzato nel confronto con la diversità, ha accelerato indubbiamente lo sviluppo delle soft skills per entrambi i gruppi. I ragazzi locali hanno ricevuto stimoli utili al miglioramento del proprio percorso di vita personale e professionale e i volontari italiani hanno rafforzato le proprie competenze relazionali.

L’esperienza cambogiana ha innescato un prezioso processo di apertura, sviluppo e consapevolezza reciproci.



VUOI PARTECIPARE AL PROGETTO?

Verso Est riproporrà non appena possibile il progetto Sabay in Cambogia, a cui prenderanno parte 15 giovani studenti italiani.

Per scoprire di più sull'esperienza dei giovani volontari italiani, leggere i racconti di chi ha preso parte al progetto e restare aggiornato sulla prossima partenza, scoprite la pagina dedicata VIAGGI SOLIDALI IN CAMBOGIA.

sabay


Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo